L’Associazione Amici Cascina Linterno e il suo ruolo in 25 anni di attività

L’Associazione Amici Cascina Linterno e il suo ruolo in 25 anni di attività

1994 – 2019 – 25 anni e non sentirli

– Martedì 23 Aprile 2019, in pompa magna, l’Associazione “Amici Cascina Linterno” ha festeggiato all’Urban Center della Galleria Vittorio Emanuele i suoi “primi” 25 anni di attività: una vita intensa che, nel triennio 2017-2018 e 2019 è stata caratterizzata dalla organizzazione di circa ottanta eventi all’anno. Gli Amici della Linterno hanno subito ricordato al folto pubblico presente, con rappresentanti del Comune, della Città Metropolitana e del Municipio 7, che gli albori dell’Associazione si debbano invece far risalire agli anni Ottanta, allorché alcuni degli attuali volontari presero parte alla battaglia civile per il salvataggio delle Cascine milanesi. Esperienza importante, indimenticabile ed anche formativa in quanto avrebbe poi portato, nel 1994, alla nascita ufficiale degli Amici della Linterno ed al suo lento e tormentato recupero in un’ottica di AgriCultura e di riferimento sociale non solo per Milano ma per tutto il territorio ambrosiano. “A seguito delle scelte adottate dal Piano

Regolatore del 1975” – ha infatti ricordato Gianni Bianchi – “In quegli anni il verde agricolo era considerato dalla Amministrazione Comunale come “un spazio vuoto”, unicamente a “disposizione” per l’espansione urbanistica, “vuoto” quindi da “riempire” con costruzioni, servizi, strade e infrastrutture. La presenza delle superstiti Cascine, in quanto testimonianze del “Cuore Agricolo” di Milano, veniva quindi considerata come un “ostacolo all’espansione della modernità, della “Milano da bere”, della Milano “Moderna”, delle industrie, del commercio e del terziario avanzato…” Si trattò di una vera e propria battaglia contro la scellerata scelta urbanistica di eliminare  una tra le più importanti agricolture produttive al mondo, come ben testimoniato anche da Angelo Bianchi, tra i promotori del primo Comitato Agricoltori di Milano.   Gianni Bianchi ha poi ripercorso la storia dell’Associazione, ricordando i suoi predecessori, da Emilio Porro e Giampaolo Eusebione, al poeta e naturalista Alberto Bega, rendendo anche omaggio a Mario Pria,

Claudio Acerbi, Antonio D’Antonio, Silvio Cardellini, Nino Caprani, Renzo Corbellini, Lino Bozzini, Renzo Paradiso, Gilberto Giuliani, Giorgio Riva, Giorgio Arcoini, Ferruccio Vanzù, Franco Zamboni, Antonio Gabbiani, Piero Tasinato e alle tante altre brave Persone che hanno contribuito in maniera determinante a far “nascere” e a far “muovere i primi passi” all’Associazione. “1994 – 2019. 25 anni di intensa attività e non sentirli“ – ha quindi dichiarato Bianchi – “25 anni culminati nel novembre 2018 con la nomina a “Punto Parco Linterno AgriCultura – Parco Agricolo Sud Milano”, un altro importante tassello nella storia associativa. Il Progetto «AgriCultura» sta quindi dimostrando sempre più la sua validità e, soprattutto, un crescente interesse da parte della Cittadinanza, che sempre più numerosa partecipa alle nostre iniziative”.   Visti i positivi risultati raggiunti, si può quindi affermare che la strada intrapresa tanti anni fa sia risultata (nonostante la periodica indisponibilità della struttura) quella giusta per far rinascere l’intero complesso nel pieno rispetto della sua millenaria storia. Ogni anno gli Amici della Linterno approntano un variegato  calendario di iniziative

finalizzato alla divulgazione della conoscenza nelle peculiarità Storiche, Culturali, Umane, Religiose, Agricole ed Ambientali di questo Luogo con conferenze, incontri, eventi, visite guidate, incontri letterari e di poesia. A tal riguardo Giuseppe Leccardi, coordinatore del Gruppo “Poesia sull’Aia di Cascina Linterno” ha quindi raccontato la sua esperienza nel sodalizio leggendo la lirica dedicata alla Cascina mentre Emma Giuliana Grillo ha ricordato la figura di Marina Odorico e di “Parole in Volo”, importante e storica rassegna poetica che ogni anno si tiene a Linterno in sua memoria. Paolo Zandrini ha infine illustrato la nuova strategia adottata per la comunicazione dell’Associazione, con il nuovo sito internet in grado di “dialogare” agevolmente con la rete dei principali Social Network. La Newsletter «Linternotizie» viene regolarmente inviata ai circa 5000 contatti mail registrati in occasione delle iniziative e i comunicati regolarmente ripresi dalle principali Testate Giornalistiche su carta stampata e on-line. “Grazie alla Rete Digitale siamo quindi in grado” – riprende Bianchi – “Di aggiornare agevolmente ed in tempo reale le parecchie migliaia di persone che con noi condividono l’ideale di

dare un futuro a questo antico e significativo Luogo della Memoria. Molto è stato fatto ma moltissimo ancora resta da fare per offrire occasioni di incontro e di confronto stimolanti, in un ambiente sereno  e costruttivo”  – ha concluso poi il Presidente Bianchi – “Abbiamo quindi bisogno dell’aiuto di tutti per nuove idee, per nuovi stimoli, per meglio operare. Ci ritroviamo solitamente il Sabato e la Domenica Pomeriggio o tutto il giorno in occasione delle manifestazioni. Tutte le iniziative sono ad ingresso libero. Veniteci quindi a trovare, saremo ben lieti di accogliervi per visitare assieme la Cascina, la Chiesetta, le Marcite, le Opere Idrauliche e, soprattutto, le bellissime Aree di Natura del Parco delle Cave”. 

E con la presenza fino all’ultimo di tante persone coinvolte e gli occhi lucidi dei molti Soci visibilmente emozionati, l’incontro all’Urban Center si è poi concluso nel migliore dei modi e con un brindisi beneaugurante per il futuro dell’Associazione. 

Tullio Barbato